“Se lo vuoi tu, Gesù, lo voglio anche io”. Lo scandalo della fede nella sofferenza

Oggi voglio proporvi una riflessione sulla quale ho ben poco da argomentare. La sofferenza degli innocenti rappresenta, infatti, uno dei maggiori attacchi all’esistenza di Dio. La storia – soprattutto dopo l’illuminismo – non si è risparmiata nel presentarci pensatori e filosofi che, in un modo o nell’altro, si servissero di questo tema per condannare la fede.
Come non citare Voltaire, Nietzesche, Sartre… Anche oggi, aspre battaglie si combattono nei salotti televisivi, su internet, durante i convegni, tra le pagine dei quotidiani. E non è difficile capire il perché: travolti da una macchina mediatica globale, globalizzata ed immediata, ci troviamo perennemente di fronte al dolore.

Bambini denutriti, ammalati, vittime di abusi, di violenze; donne dimenticate, soggiogate, sfruttate, uccise; vecchi che muoiono da soli negli ospizi; feti abortiti; malattie rare, incurabili, genetiche; incidenti del sabato sera, sul lavoro; omicidi, rapine e rapimenti.

Non sono qui oggi per aprire una dissertazione sul dolore umano: non ho la cultura, il discernimento e la fede necessaria.
Ma, se possiamo dire che spesso è l’uso sbagliato della nostra libertà a provocare le più immeritate sofferenze, vi sono delle eccezioni per le quali non possiamo che vedere una volontà Superiore.
Che poi questo volere ci sia comprensibile è tutt’altro che scontato.

Voglio comunque provare, senza dire nulla, a trovare un accenno di significato anche ciò che sembra esserne privo.

Vi presento Chiara e Giulia.
Non oserò scrivervi una biografia perché, sinceramente, ho paura di corrompere la purezza della loro testimonianza.
Vi invito, pertanto, a prendere visione di questi due filmati perché, fortificati dallo scandalo della fede, possiate vedere accese di nuova luce la speranza dell’amore di Dio.

Chiara “Luce” Badano

http://www.gloria.tv/media/122708/embed/true

Giulia Gabrieli

http://www.gloria.tv/media/206798/embed/true

P.S. Mercoledì 26 ottobre mi sono connesso ad un sito su Medjugorje ( lo trovate tra i link a destra) per leggere il messaggio mensile. La redazione aveva da poco postato il video di Giulia Gabrieli. Dopo aver conosciuto la sua storia – ed essermi commosso per l’intensità della testimonianza –, ho pensato di scrivere questo post.
L’idea era quella di pubblicarlo l’indomani, giovedì 26 ottobre, ma non ne ho avuto il tempo. Mi sono detto allora che lo avrei scritto il giorno dopo, venerdì, ed infatti ieri ho completato gran parte dell’intervento. Ma non sono riuscito a metterlo online.
Stamattina
mi sveglio e, non avendo da studiare, vado a comprare l’Avvenire l’ultima volta sarà stato luglio -.
Mentre mi riavvio lentamente verso casa, comincio a sfogliare il giornale.
Rimango a bocca aperta quando, voltata la prima pagina, mi accorgo che oggi si celebra la ricorrenza della Beata Chiara “Luce” Badano.


Che bello…

Annunci

Informazioni su Filippo Chelli

Perché mi manca la voce del Padre. Un uomo alla ricerca di Dio. Vedi tutti gli articoli di Filippo Chelli

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: